Gestire un team di successo : dalla teoria alla pratica

team

Siamo tutti d’accordo: i team rappresentano un’ottimo strumento per accrescere la produttivitá e la flessibilitá delle aziende .
Eppure, a dispetto della facilità con cui i team sembrano garantire il successo, va ricordato che coordinare un gruppo di persone, motivarle a perseguire specifici obiettivi senza ostacolarsi a vicenda può diventare particolarmente difficile se non si segue una strategia ben precisa.

Vediamo allora alcuni consigli pratici per costruire un team affiatato .

1. chiarire la finalità del gruppo: Se il “goal” non viene identificato con la dovuta chiarezza può succedere che si creino incomprensioni e si sprechi tempo nella fase operativa , dunque per evitare possibili incomprensioni è indispensabile rimarcare quello che è il fine ultimo del team, sia esso il raggiungimento di un obiettivo specifico o la realizzazione di un progetto.

2. valorizzare le singole persone: chi ha il ruolo di team leader deve saper individuare i lati positivi di tutti i collaboratori, trasformare in opportunità e in vantaggi i diversi approcci delle risorse, anche quando questi differiscono dal suo modo di pensare.

3. premiare: per motivare i propri collaboratori può essere utile prevedere anche l’ assegnazione di un premio (non necessariamente di tipo economico) ad esempio, per aver portato a termine un compito in breve tempo.

4. sperimentare: valorizzare il lavoro di squadra significa anche coinvolgere tutto il team nella sperimentazione di una proposta che arriva da uno solo dei collaboratori: questo spingerà tutti ad una maggiore propositività .

5. sostenere il gruppo : festeggiare ogni piccola tappa di un progetto – anche prima del raggiungimento dell’obiettivo finale – è un’occasione per condividere un successo con tutto il gruppo che così ne risulterà del tutto rafforzato.

team2

In sintesi per gestire al meglio un team è fondamentale favorire un forte senso di appartenenza.

Nessuno dei componenti del gruppo deve sentire che sta semplicemente lavorando a un progetto, ma deve poterlo percepire come il suo personale progetto.

Per fare questo occorre lasciare il giusto spazio alla creatività e alla sperimentazione di ognuno, dimostrando ai vari membri del team che si crede pienamente nelle loro capacità e nel loro talento .

In fondo ,come dice  Honoré de Balzac un capo è innanzitutto  un venditore di speranza…!

 

E voi cosa ne pensate? qualè la vostra esperienza in merito?

Annunci